Io, Dylan Dog e la motocicletta

Fabio Fagnani ci racconta in una bellissima intervista il mondo del fumetto. Nello specifico ci racconta la vita, le opere e la visione del mondo di Roberto Recchioni. Chi è costui? Ve lo diciamo subito.

Attualmente è uno dei più grandi fumettisti italiani di sempre, sicuramente per quanto riguarda la qualità delle produzioni, la ricerca e la capacità di spendersi nei progetti che contano davvero.

Recchioni è stato definito la rockstar del fumetto, ma forse non è un’etichetta che gli appartiene più, è andato oltre. John Doe, Orfani, La fine della Ragione, YA (la trilogia di romanzi editi da Mondadori), 4Hoods, l’edizione del Corvo, Battaglia e altre infinite pubblicazioni che da ormai più di vent’anni invadono le edicole e le librerie italiane, oltre che, da qualche tempo, quelle europee e mondiali. Magro, altissimo, voce acuta e un atteggiamento che pare da presuntuoso, da sbruffone, un carattere spigoloso:

“Sembro così perché vengo attaccato di continuo. E se vieni sul mio profilo e mi insulti, ti devi aspettare una mia reazione. Tratto i social in maniera punk. Siamo sullo stesso gradino. Se mi dai dello stronzo, io ti posso mandare a cagare. È normale. Ma in realtà io non ho un carattere difficile. Cerco lo scontro, ma perché questo è il mio modo per conoscere il mondo”.

Fagnani intervista Roberto a Milano, il programma prevede un giretto in moto, visto che è un grande appassionato, e poi diretti alla Sergio Bonelli Editore, lì dove è diventato, ormai da cinque anni, curatore di Dylan Dog, l’indagatore dell’incubo creato da Tiziano Sclavi. Uno dei personaggi più importanti e interessanti della cultura pop italiana.

Ve lo raccontiamo nel numero di luglio di ‘O Magazine. In quelle pagine Recchioni parla dei suoi viaggi su due ruote nell’Italia profonda, quella della gente dei paesini: “Perché è stata dimenticata, ma votano anche loro e fanno nascere i governi”.

2018-08-03T14:31:53+00:00

Redazione

Via Aldo Moro 481 - 03100 Frosinone

Editore: Fondazione 262

Via Aldo Moro 481 - 03100 Frosinone