Il labirinto dei libri perduti

Il labirinto dei libri perduti. Sfogliate pure, il passato abita qui, con l’odore del passato e il sapore delle storie.

Gli appassionati e i collezionisti di libri antichi trovano nella Libreria Rotondi di Roma, all’Esquilino, un rifugio dove scovare volumi preziosi. Un salotto letterario dove sono custoditi circa 35mila testi, molti dei quali legati a magia ed esoterismo.

A parlarcene, nel numero otto di ‘O Magazine, è Laura Della Pasqua.

“A Roma è considerato alla stregua di un monumento, uno degli ultimi fortini per gli appassionati di rarità librarie, a fronte dell’inarrestabile dilagare di fast food etnici, negozi di cineserie e gadget per turisti, che nel tempo hanno rivoluzionato l’assetto dello storico quartiere Esquilino. La Libreria Rotondi continua a resistere dal 1941, quando fu aperta, ai diversi riassetti urbanistici, al cambio delle mode e alla trasformazione multiculturale della zona. È qualcosa di più di un luogo dove si vendono libri antichi, è un pezzo di storia della capitale e soprattutto è un luogo dove si danno appuntamento, intellettuali, studiosi, appassionati e collezionisti, tutti uniti da un comune interesse per un tema particolare, l’esoterismo ma non solo!

Varcare la porta della Libreria significa immergersi in un mondo magico e misterioso, fare un tuffo in una dimensione dove il tempo sembra essersi fermato. L’ambiente è rimasto quello dei primi anni Quaranta, quando Amedeo Rotondi, maestro elementare con la passione per l’esoterismo e la magia, rilevò il locale per custodire, prima che per vendere, quei libri che avevano scandito la sua formazione intellettuale. Fu la prima libreria in Italia con questa specializzazione e ancora oggi è considerata, dai collezionisti e antiquari di questi temi, come una delle più fornite.

L’ambiente è così scenografico con gli scaffali che si allungano fino al soffitto, nel soppalco, con un gioco di quinte, come fosse un palcoscenico teatrale e nell’enorme cantina sottostante (una sorta di labirinto) che è stato scelto per girare le scene di alcuni film gialli. Prima di leggere le copertine dei libri, si ha la sensazione di essere stati catapultati in una realtà governata da leggi sovranormali. Qui si può trovare il meglio e le rarità di volumi dedicati, come detto, alla magia e all’esoterismo, ma anche all’Oriente con tutto il suo mosaico di filosofie (taoismo, buddismo, induismo, islamismo) e alla storia.

In catalogo si contano circa 35mila titoli ma più del doppio sono stipati nel magazzino sotterraneo in attesa di essere catalogati.

Anche l’origine della libreria è legata a un evento inconsueto, sovrannaturale, inspiegabile con le leggi della razionalità…”.

Le rarità conservate nella libreria e tutte le altre curiosità sul numero otto di ‘O Magazine.

Abbonati subito!

2018-11-26T11:00:46+00:00

Redazione

Via Aldo Moro 481 - 03100 Frosinone

Editore: Fondazione 262

Via Aldo Moro 481 - 03100 Frosinone