I professionisti della grande bellezza

Li chiamano i professionisti della grande bellezza. Sì, come il film di Sorrentino che racconta di feste romane e ha affascinato persino quelli dell’Academy Awards.

Le feste romane che promettono e illudono, richiamano personaggi di una città eterna che ha voglia di divertirsi e far divertire. Pure se ha poco da dirsi. Anche se i giri sono sempre gli stessi e se in qualche caso, a cadere, sono soltanto i divari sociali e culturali.

Sofia Gorgoni le racconta sul numero di luglio di ‘O Magazine. Un resoconto dettagliato su case, personaggi, abitudini di quelli “che contano”. E guai a non essere nel giro. Guai per chi poi. Per tutti quelli che hanno questa filosofia. Quella dei party che non finiscono mai. Anche se costano bei soldi e spesso incarnano una grande bruttezza. Eccoli lì. I presenzialisti, il gentiluomo napoletano che è tra i più noti festaioli, l’avvocato, l’ingegnere. E poi le dimore esclusive, la chat.

Scrive Sofia Gorgoni: «Nonostante in strada ci siano le buche e qualche autobus vada in fiamme, a Roma c’è ancora chi riesce a divertirsi e a far divertire (non certo con poco). Lo status da invitato espone a frustrazioni ma, soprattutto, porta via un sacco di tempo: quello perso a rimuginare per il mancato invito e quello che si passerà con il bicchiere in mano, chiacchierando con persone con cui non si ha nulla da dire. Per chi, invece, ha poca confidenza con il padrone di casa, parte la corsa all’imbuco, l’importante è esserci».

Il resto su ‘O Magazine di luglio, per sbirciare nel mondo delle feste romane e perché no, riconoscersi.

2018-08-01T16:24:05+00:00

Redazione

Via Aldo Moro 481 - 03100 Frosinone

Editore: Fondazione 262

Via Aldo Moro 481 - 03100 Frosinone