Caro umanoide, preparami il caffè

Caro umanoide, preparami il caffè. La quarta rivoluzione industriale è in atto e lo sanno bene gli specialisti del World Economic Forum 2018. Entro il 2025 le macchine sostituiranno l’uomo nella metà dei nostri attuali lavori. Aleggia lo spettro della disoccupazione tecnologica, ma per gli esperti se ne creeranno altri. Il processo di integrazione con gli umani è iniziato. Bisogna vedere se noi siamo pronti.

A raccontarcelo, nel numero sette di ‘O Magazine, è l’astrofisica Veronica Nicosia.

“Ti svegli e ti alzi dal letto. Dalla cucina arriva l’odore del caffè appena fatto, la tua colazione è già in tavola. Buongiorno, dice il tuo assistente personale dalla cucina, mentre ti porge un quotidiano scritto da una intelligenza artificiale. Le sembianze sono quelle umane, anzi umanoidi. Chi vive con te è il tuo robot, un androide, figlio come te della rivoluzione industriale 4.0, ma non fatto di carne e ossa. Ha già preparato i documenti per il tuo lavoro, anzi l’ha già svolto, e l’auto a guida autonoma ti attende in garage. Questo sarà lo scenario di una qualunque mattina in una qualunque casa entro i prossimi 50 anni, quando secondo le stime degli esperti i robot e le intelligenze artificiali saranno parte integrante non solo della nostra quotidianità lavorativa, ma della nostra vita e società.

La quarta rivoluzione industriale è in atto e lo ribadiscono anche gli esperti del World Economic Forum 2018. Entro il 2025 i robot sostituiranno l’uomo nella metà dei nostri attuali lavori. Lo spettro della disoccupazione tecnologica aleggia, ma per gli esperti non c’è da temere. Le nuove tecnologie creeranno nuovi lavori, richiedendo nuove competenze. Oppure saranno destinate al coronamento del socialismo utopico marxista, dove l’uomo viene liberato dal lavoro proprio dalle macchine. Un uomo libero finalmente di dedicarsi alla conoscenza e all’arte, un futuro che è ancora lontano e potrebbe non arrivare mai”…

Tutto il resto è su ‘O Magazine.

Abbonati subito!  

2018-10-23T15:23:11+00:00

Redazione

Via Aldo Moro 481 - 03100 Frosinone

Editore: Fondazione 262

Via Aldo Moro 481 - 03100 Frosinone